Capitalismo liquido e dissoluzione dello Stato

Un governo dedito al benessere del proprio elettorato non ha altre speranze che implorare e sedurre – anziché costringere – il capitale a entrare, e, una volta entrato, a trattarlo con tutti i riguardi. E ciò si può fare (o si può tentare di farlo) «creando condizioni migliori per la libera impresa» (per riprendere il gergo politico comune nell’epoca del libero commercio), il che significa adattare il gioco della politica alle regole della «libera impresa», vale a dire porre tutto il potere di regolamentazione di cui il governo dispone al servizio della liberalizzazione, usarlo per smantellare e demolire le ancora esistenti leggi e statuti «che ostacolano la libera impresa», di modo che la promessa del governo di non utilizzare i propri poteri di regolamentazione per limitare la libertà del capitale diventino credibili e convincenti; astenersi da qualsiasi mossa possa dare l’impressione che il territorio politicamente amministrato dal governo sia inospitale a tali utilizzi, aspettative e a future iniziative, o lo sia meno dei territori amministrati dai governi adiacenti. In pratica tutto ciò significa meno tasse, meno o nessuna regola e soprattutto un «mercato del lavoro flessibile». Più in generale, significa una popolazione docile, incapace e incurante di opporre una resistenza organizzata a qualsiasi decisione il capitale possa prendere. Paradossalmente, i governi possono sperare di trattenere il capitale solo convincendolo al di là di ogni ragionevole dubbio che esso è libero di andare via, anche con strettissimo o nessun preavviso.

Modernità Liquida
Zygmunt Bauman

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: